Se da un lato il calendario offre ai Tigers l’occasione di un immediato riscatto dopo la sconfitta di Bernareggio, dall’altro propone a Battisti e compagni uno degli avversari più in forma del momento. Dopo un avvio stentato infatti, Regio Emilia ha iniziato un lento ma inesorabile processo di crescita e, a inizio 2018, ha fatto accendere i riflettori su di sé. Dopo aver costretto Vicenza a due tempi supplementari, prima di concedere il referto rosa per 110 – 109 alla prima di ritorno, ed aver ceduto il passo a Faenza, la BMR ha piegato Bernareggio a domicilio con il risultato di 72 – 81 e quindi Padova, in casa, per 62 – 57.

E’ dunque squadra in fiducia quella allenata da coach Eliantonio, che nell’ultimo turno ha portato ai supplementari pure Desio, in una partita in cui il capitano, l’ala Germani, ha segnato 21 punti. Il nuovo volto della BMR trova origine nel mercato di riparazione con l’arrivo dell’esperto playmaker Jordan Losi, classe 1980 di scuola Fortitudo Bologna. Arrivo datato dicembre 2017. Molto più recente invece l’innesto di Marco Legnini, prelevato da Patti dove viaggiava a 11,5 punti di media, ed in forza a Reggio Emilia da appena due turni.
Nel match di andata i Tigers la spuntarono a fatica, grazie ad una seconda parte di ultimo quarto da incorniciare. Serviranno certamente i migliori Tigers o, se si preferisce, i Tigers nelle migliori condizioni fisiche possibili, per avere ragione di una Reggio Emilia in fiducia e combattiva. Interessanti i duelli in cabina di regia fra Battisti e Losi e quello sotto canestro fra Sacchettini e Farioli.

Palla a due alle ore 20:30 di mercoledì 7 Febbraio. Arbitrano l’incontro Matteo Bergami di San Pietro in Casale (BO) e Nicola Crudele di San Secondo Parmense (PR). All’andata la sfida terminò 77 – 70 per i Tigers.

Massimo Framboas
Ufficio Stampa Tigers