Troppo prestante Palestrina per una Cesena chiamata a disputare una partita senza l’opportuno recupero dopo la semifinale vinta venerdì contro i padroni di casa della Teate Basket Chieti. Il canovaccio del match che assegna l’Erreà Cup ai laziali è invariato per gli interi quaranta minuti, con i biancoverdi a metterla sulla corsa e a lasciare poco o nulla ai Tigers. Rotazioni e quintetti praticamente obbligati dalla fatica per coach Di Lorenzo, che può comunque raccogliere buone indicazioni dalla difesa messa in campo da Cesena nell’ultimo quarto, con Palestrina rimasta all’asciutto per oltre 6 minuti di gioco.

Teate Basket Chieti – Tigers Cesena 68 – 43 (19-10; 21-14; 19-12; 9-7)

Palestrina: Fiorucci 8, Rischia 5, Rossi 17, Banchi, Spera, Rizzitiello, Mattei, Morici 7, Ochoa 13, Cecconi 3, Carrizo 15. All.: Ponticiello

Tigers Cesena: Dagnello 4, Battisti 3, Papa 4, De Fabritis 3, Brkic 7, Trapani 2, Raschi 6, Sacchettini 2, Ferraro 12, Poggi, Rossi F., Puntolini. All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Roberto Villani.

Massimo Framboas
Ufficio Stampa Tigers Cesena