0
player

Riccardo Zani

Ala/Centro
Nazionalità:
flag Italy, San Giovanni in Persiceto
Età:
21
Peso:
97 kg
Altezza:
198 cm
0
Tiri da 2
0
Tiri da 3
0
Tiri Liberi
0
Punti
1
Rimbalzi
0
Stoppate
0.5
Recuperi
0
Assist
Società di Provenienza

THE PLAYER

Riccardo comincia a giocare da bambino, seguendo l’esempio della madre Monica. Si iscrive quindi nella squadra cittadina, la Vis Basket Persiceto, la stessa che ha dato i natali cestistici a Marco Stefano Belinelli. Mostrando grande attitudine al gioco della pallacanestro, passa poi nel settore giovanile della Virtus Bologna, nell’under 14, dove viene guidato da coach Mattia Largo. Resta alla Virtus fino all’under 19, dove vince uno scudetto con l’under 17 di coach Marco Sanguettoli. Nell’estate del 2015 Riccardo partecipa al Campionato Europeo 3×3 Under 18 maschile e femminile in programma a Minsk (Bielorussia). Passa poi all’under 20 dell’altra squadra bolognese, la Fortitudo, con cui disputa il campionato e diviene “gregario” della prima squadra in A2. Dopo l’esperienza fondamentale in Fortitudo, viene preso a giocare a Ferrara, ma lì, complice anche l’obiettivo salvezza, Riccardo vede poco il parquet dell’A2. A Ferrara disputa anche un campionato under 20 Eccellenza. Ai Tigers approda con la voglia di dimostrare di che stoffa è fatto, cercando di mettere a frutto tutta la passione che nutre per questo sport. Il suo mito è il concittadino Marco Stefano Belinelli e come stile di gioco si ispira a Danilo Gallinari, ma a differenza loro sogna un giorno di calcare le scene del basket greco. E’ molto felice per la promozione della Virtus Bologna in A1, anche se segue entrambe le società bolognesi con grande ammirazione.

DICONO DI LUI

Mattia Largo (coach settore giovanile Virtus Bologna): “E’ un giocatore tecnico, con grandi qualità. Un ragazzo perbene, pulito, con una grande passione per la pallacanestro. Il giusto connubio tra qualità umane e tecniche. Ha buone mani e un ottimo tiro. Ricordo con orgoglio la vittoria insieme all’under 17 con la sapiente guida di Marco Sanguettoli, fu davvero divertente. In particolare la volta che Riccardo disse di essere convinto che Dalla si chiamasse Francesco e non Lucio… e per un bolognese è il colmo! Riccardo è un ragazzo semplice e mi auguro che continui a fare del suo meglio per giocare sempre più da vero campione”.
Profilo
DATAAVVERSARIORISULTATIPTIMINFCFSTIRI DA 2 %TIRI DA 3 %TIRI LIBERI %RTSDPPPRASS
PROSSIME PARTITE