flag Italy
Squadra: TIGERS FORLÌ
Anno di Fondazione: 2014
Girone: B
Palazzetto: VillaRomiti
Team manager: Luigi Resta
Head coach: Giampaolo di Lorenzo
Assistente: Roberto Villani
Assistente: Gabriele Grazzini
next opponent
team stats
PTS
PTS min

player

18

Michael
Sacchettini
Michael Sacchettini

22 year old
Italy, Borgomanero
Altezza: 205 cm, Weight: 102 kg

Wins
Profilo
Società di Provenienza
MEDIA PUNTI PARTITA
MEDIA RIMBALZI A PARTITA
MEDIA ASSIST A PARTITA

THE PLAYER

Michael è il prototipo del giocatore di basket: altissimo fin da bambino tanto da far credere a chi lo incontra di essere molto più grande della sua età. Frequenta la prima elementare quando scopre il gioco del basket, ma non scatta subito la scintilla e ben presto abbandona il minibasket. Lui e la palla a spicchi si rincontrano qualche anno più tardi, a 13 anni, quando grazie ad un amico Michael viene invogliato a riprovare e questa volta con molto più successo.

Per problemi legati alla sua straordinaria crescita, il suo percorso è lastricato da momenti di stop per via delle cure a cui si sottopone. Nonostante quella che per chiunque altro sarebbe stata la fine di un sogno, Michael non desiste e anzi, dimostra che la forza di volontà è più forte di qualsiasi cosa. 

Gioca a Borgomanero, nella College Basket per il periodo delle giovanili. A 19 anni si trova a giocare a Borgosesia e lì disputa la sua prima stagione completa. Quindi va ad Omegna, dove conosce anche coach Di Lorenzo che lo allena 3/4 volte la settimana e che comprende subito la stoffa del giocatore, tanto che lo vorrà in squadra a Forlì per la stagione 17/18. Nel frattempo ha l’opportunità di farsi le ossa in Legadue con Legnano.

Dopo tutte le sue vicissitudini, il suo unico scopo è dimostrare il proprio valore e giocare il più possibile. E’ un giocatore sanguigno che non si risparmia in campo. Per lui, giocare a basket è un privilegio. Il suo sogno è giocare in quintetto in serie A. I suoi idoli sono Michael Jordan e Mason Rocca.

DICONO DI LUI

Giampaolo Di Lorenzo (Coach Tigers Forlì): “L’ho conosciuto ad Omegna qualche anno fa, l’anno di Legadue. Era un giovane che tornava da un infortunio che lo aveva abbastanza demoralizzato. Con il mio preparatore Jacomucci di Pesaro e lo staff facemmo un gran lavoro per rimetterlo in campo e dargli fiducia. Mi diede una grossa mano in allenamento. L’anno dopo l’avrei portato volentieri a Matera ma scelse di stare vicino casa per qualche problema familiare. Ragazzo molto dolce e buono ma che in campo non guarda in faccia a nessuno per durezza mentale e fisicità. Sarà un anno importante per lui dopo due anni di Serie A2 ma con momenti alterni. Ci darà fisicità, voglia, energia e con il tempo anche punti a mio modo di vedere.”

Riccardo Cavagna (ex compagno): andavamo alle scuole medie insieme, io giocavo già a basket e avevamo assolutamente bisogno di in lungo,  lui era uno dei miei migliori amici e anche se giocava a calcio sono riuscito a convincerlo a fare un allenamento con noi. Da quel momento l’allenatore ha subito notato le sue caratteristiche fisiche e il College Basketball non se l’è fatto scappare.

Walter Bucci (coach): Se non ricordo male era la stagione 2001/2002. Io avevo appena finito l’allenamento con i pulcini e stavo iniziando ad allenare gli scoiattoli, quando mi viene incontro un ragazzino che mi chiede se può provare a giocare a minibasket. Io lo guardo e gli rispondo: “Certamente! Come ti chiami?”. E lui: “Michael”. “E che classe fai?”, gli chiedo. Il ragazzino candido mi risponde “Faccio la prima”. “Guarda” – gli spiego – “adesso si allenano i bambini di terza elementare, la prima media si allena domani alle 16.30”. Lui, sempre candido mi risponde: “ma io faccio prima elementare!”. Cosa aggiungere d’altro? Quanto minibasket ha fatto Michael? Forse solo un paio di lezioni in palestra, perché non gli piaceva (chiedetelo a lui), non gli piaceva questo sport. Penso di aver insistito talmente tanto in tutte le lezioni fatte a scuola (e credo che in quegli anni lì mi vedesse parecchio con tutti i progetti di motoria che ho fatto nelle scuole) che all’inizio della seconda media l’ho rivisto metter piede in palestra sorridente come la prima volta con qualche cm in più e da allora c’è rimasto.

Federico Ferrari (ex giocatore e coach): cresciuto da noi a Borgomanero, è sempre stato uno dei più alti. Ha passato momenti molto duri dovuti appunto a questo suo sviluppo velocissimo. E’ un ragazzo e un giocatore con un temperamento eccezionale. Ricordo con tenerezza quando affrontammo il potenziamento fisico e la fisioterapia per aiutarlo con le sue problematiche fisiche, i lunghi viaggi a Milano per incontrare gli specialisti ma Micheal anche se molto abbattuto dalla situazione, non si è mai arreso e con il tempo questo suo temperamento ha dato i frutti sperati. Possiede una forza fisica devastante! E’ un giocatore che può dare davvero tanto alla squadra in cui gioca. Gli auguro di fare un gran campionato!!

ULTIME PARTITE
PROSSIME PARTITE
vs TIGERS FORLÌ VS BASKET RIMINI CRABS 25 February 2018 / 18:00 UTC
vs BASKET LUGO VS TIGERS FORLÌ 10 March 2018 / 20:30 UTC
vs TIGERS FORLÌ VS PALLACANESTRO VICENZA 2012 18 March 2018 / 18:00 UTC
vs PALLACANESTRO ALTO SEBINO VS TIGERS FORLÌ 7 January 2018 / 18:00 UTC
vs PALLACANESTRO PIACENTINA VS TIGERS FORLÌ 24 March 2018 / 21:15 UTC