Con un monumentale Francesco Papa da 28 punti e 13 rimbalzi, per un sontuoso 37 di valutazione, i Tigers battono Rimini sui legni del Palafiera ed inanellano la quarta vittoria consecutiva. Viste le contemporanee sconfitte di Padova, a Cento, e Vicenza, a Faenza, ora gli arancioneri sono a 2 punti dalla matematica conquista dei playoff. Dopo la pausa per la Coppa Italia appuntamento importante dunque a Lugo, dove Battisti e compagni non vorranno certo mancare l’appuntamento con l’obiettivo stagionale.

Allerta arancione sull’avvio di match dei Crabs, sui quali Francesco Papa si abbatte come le tempeste di neve annunciate in questi giorni. Doppia cifra raggiunta e ampiamente superata già nel primo quarto per Papa ed i Tigers doppiano Rimini 33 – 16 con l’ala arancionera che, da solo, segna gli stessi punti di tutti gli avversari messi insieme.

Difficile pensare ad una partita chiusa ancor prima di iniziare, perchè, pur senza l’ex Joel Myers, Rimini è squadra temibile e composta da individualità interessanti come Tiberti, Caroli e l’intramontabile Foiera. Maghelli aggiusta la difesa e Rimini pulisce le statistiche. I quarti centrali sono di fatto appannaggio dei biancorossi che prima infliggono un 22 – 12 di parziale ai padroni di casa, e poi si riavvicinano pericolosamente nel terzo quarto, con le squadre che vanno all’ultimo mini-intervallo sul 60 – 55.

I Tigers però non si fanno prendere dall’affanno e rimangono in partita senza mai concedere il sorpasso agli avversari, grazie ai canestri chirurgici e mai banali che i ragazzi di coach Di Lorenzo mettono a segno con Carpanzano, Battisti ed il rientrante Villani. Neanche gli infortuni di Sacchettini e De Fabritiis, con il secondo che rientra in campo con una fasciatura alla caviglia destra, minano il morale e la concentrazione dei Tigers.

L’ultimo quarto torna ad essere di fatto un monologo arancionero. La difesa è perfetta e lascia appena 5 punti ai Crabs che faticano a costruire azioni razionali in attacco, mentre dall’altra parte del campo un canestro di Papa e una tripla di Carpanzano mandano i Tigers sul 67 – 55 al 33’16”. Rimini avrebbe il tempo per rimettersi in carreggiata, ma due falli antisportivi offrono ai Tigers l’occasione per blindare la vittoria. Le tigri non se la fanno scappare e monetizzano, mentre gli avversari continuano a litigare con il canestro. Al 39’16” è Papa a mettere il punto esclamativo con un 2/2 dalla lunetta, mentre il definitivo 77 – 60 porta la firma del giovanissimo Gabriele Rossi che centra il bersaglio grosso dai 6,75.

Tigers Forlì – NTS Informatica Rimini 77-60 (33-16, 12-22, 15-17, 17-5)
Tigers ForlìFrancesco Papa 28 (10/15, 1/1), Antonio De fabritiis 12 (3/5, 2/10), Matteo Battisti 9 (1/8, 1/2), Christian Villani 8 (1/1, 1/2), Gianluca Carpanzano 7 (2/5, 1/4), Michael Sacchettini 4 (2/5, 0/0), Riccardo Zani 3 (0/1, 1/3), Luca Agatensi 3 (0/0, 1/2), Gabriele Rossi 3 (0/0, 1/1), Andrea Antonaci 0 (0/0, 0/0), Alexander Cicchetti 0 (0/1, 0/0), Andrea Plachesi NE, All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Roberto Villani e Gabriele Grazzini.
NTS Informatica RiminiMatteo Caroli 16 (2/5, 4/7), Luca Toniato 15 (4/8, 0/4), Francesco Foiera 12 (2/4, 1/2), Paolo Busetto 9 (1/4, 2/5), Niccolò Moffa 5 (1/1, 1/2), Edoardo Tiberti 3 (1/2, 0/0), Giacomo Signorini 0 (0/5, 0/4), Andrea Sipala 0 (0/1, 0/0), Asen petrov Popov NE, Andrea Tartaglia NE. All.: Andrea Maghelli. Ass.: Renzo Galli e Simone Brugè.
Massimo Framboas
Ufficio Stampa Tigers