Con una giornata di anticipo sulla chiusura del girone di andata, la Amadori Tigers Cesena ha staccato il pass per le Final Eight di Coppa Italia che si disputeranno nel primo weekend di marzo a Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio. Una manifestazione importante che coinvolgerà tutti i campionati organizzati da Lega Nazionale Pallacanestro: Seire A2 e Serie B. Per i Tigers non si tratta di una novità. Già nel 2015 infatti, freschi di fondazione e con base a Meldola (FC), gli arancioneri si qualificarono per la kermesse nazionale di Serie C uscendo al primo turno. Pochi anni, ma sembra un’eternità alla luce di quanto accaduto a partire da giugno di quest’anno.

Una vera e propria rivoluzione per una società e per una città che di colpo si trovano a calcare uno dei palcoscenici più prestigiosi del basket nazionale. Una città che portando ben 1.200 spettatori al Carisport in occasione dell’ultima partita casalinga del 2018 ha dimostrato quanta passione ci sia a Cesena per la pallacanestro. La fiammella ha trovato ossigeno e ora si è fatta fuoco, passione ardente. Con questa consapevolezza in più i Tigers Cesena, griffati Amadori, sono pronti ad approcciare la seconda parte di stagione, quella che porterà verso i playoff, ma soprattutto alle finali di Coppa Italia.

Il Girone B manderà al prestigioso torneo una buona fetta di Romagna rappresentata da Faenza, attualmente prima, e Cesena, attualmente seconda. Sebbene nel Girone D, quello che incrocerà il girone dei Tigers con accoppiamento fra prima e seconda, la classifica sia già delineata con Caserta davanti alla Salerno dell’ex tigre Antonaci, la Romagna deve ancora definire i rapporti di forza in seno al Girone B. Difficile onestamente che cambi la situazione al termine degli ultimi 40 minuti di gioco del girone di andata, ma la matematica ancora dice che in caso di improbabile sconfitta di Faenza a Bernareggio e di vittoria di Cesena in “casa”, a Santarcangelo, contro Padova, la Amadori balzerebbe in testa alla classifica accoppiandosi così con Salerno. In ogni caso saranno tutte partite durissime e complicate fra squadre che rappresentano l’elite del campionato cadetto. Un lotto di squadre dal quale, almeno così racconta la storia del campionato, usciranno le quattro che si daranno appuntamento per le Final Four di giugno per decretare le 3 promozioni in Serie A2. Mai infatti al termine dei playoff è arrivata fino infondo una squadra non presente alle Final Eight di Coppa Italia.

Sarà dunque un’occasione importantissima per saggiare le ambizioni di chi, come l’Amadori Tigers Cesena, vuole salire al piano di sopra. Per questo sarà importante anche il supporto del proprio pubblico, quello che ha stupito la società stessa con le 1.200 presenze nel match interno contro Olginate. I Tigers si impegneranno per passare il primo turno, che si disputerà venerdì 1 marzo, ed approdare così alla semifinale di sabato 2 marzo. In città c’è già chi si sta organizzando per far partire un pullman di tifosi da Cesena in caso la Amadori dovesse scendere in campo nel sabato di coppa.

Area Comunicazione
Amadori Tigers Cesena