Morale alto e guardia altissima per gli Amadori Tigers Cesena che, forti delle vittorie nelle ultime due partite, in casa contro Desio e in trasferta contro Bernareggio, guardano alla trasferta di Cremona con fiducia e circospezione. Un fiducia che ha origine non solamente nei risultati positivi ottenuti sul campo, ma anche nelle buone notizie che provengono da un’infermeria finalmente vuota, che torna a mettere Francesco Papa a disposizione di coach Di Lorenzo. Prevedibile dunque un impiego del numero 7, pur con un minutaggio adeguato al rientro dopo un lungo stop, soprattutto in funzione della necessità di contrastare un vecchio lupo di mare dei canestri come Rodolfo Valenti, centro cremonese capace di catturare 6,3 rimbalzi e di segnare 13,2 punti di media a partita.

Sarà infatti fondamentale per la capolista Cesena limitare Cremona a rimbalzo e tagliare i rifornimenti agli esterni lombardi. Già, perché nella partita di andata, Cremona, pur senza Valenti, si è dimostrata squadra complicata da affrontare e capace di mettere in difficoltà le difese avversarie ricorrendo in modo quasi spasmodico al tiro da fuori. Ben 38 le bombe tentate dalla Juvi al Carisport, per una squadra che di media, al PalaRadi, tira dall’arco con il 35%. Tutto da gustare il duello sotto canestro, dove oltre al già citato Valenti, stazionerà il capitano della Amadori, David Brkic, che dopo aver risolto i problemi fisici ha inciso e non poco sui fausti destini della squadra di Di Lorenzo nelle ultime due partite. Così come ad incidere ultimamente fra le fila cesenati è Andrea Dagnello. In una stagione da 9,7 punti di media, il “mulo” triestino ha sfiorato il ventello negli ultimi 80 minuti di campionato, mettendo a segno 19 punti in casa contro Desio, ma soprattutto un preziosissimo 5/7 da 3 a Bernareggio sabato scorso.

Momento dunque positivo per Cesena, che però dovrà dimostrare di aver fatto tesoro anche di ciò che di meno positivo si è visto in campo nelle ultime due partite. Brkic e compagni dovranno limitare i blackout in fase offensiva e dare continuità alla pressione sull’attacco avversario, a maggior ragione contro una squadra capace di piazzare break improvvisi in qualsiasi momento del match. Con il rientro di Papa tornerà probabilmente a giocare più sull’esterno l’ottimo Andrea Raschi di questo periodo, probabilmente l’arma tattica più importante di cui dispone il coach cesenate, che ha permesso ai Tigers di supplire con efficacia all’assenza dell’ala arancionera. Facile poi immaginare un impiego tattico di Brkic per allontanare Valenti dall’area e aprire il campo alle penetrazioni di Trapani e agli assist di Battisti. Occhi puntati infine sulla guardia classe 1989 Marco Bona, autore di 18 punti a partita. Si gioca sabato 23 febbraio al PalaRadi di Cremona con palla due alle 19:00. Arbitri, Andrea Andreatta di Udine e Michele Biondi di Trento.

Massimo Framboas
Ufficio Stampa Amadori Tigers Cesena