Ancora vittoria al fotofinish per la Amadori Tigers Cesena, in un Carisport che si erge di nuovo a fattore durante un tempo supplementare vissuto con fiato sospeso. Sono ben 5 gli uomini bianconeri in doppia cifra: Ferraro, Dagnello, Papa, Frassineti e, su tutti, i 18 punti di Brkic.

Cesena è brava a non perdere la testa in avvio sotto la pioggia di triple di una Reggio Emilia che tira nei primi 10 minuti con 8/13. Ma se da un lato è l’arco, dall’altro è il gioco interno su capitan Brkic a pagare dividendi alla squadra di coach Di Lorenzo. Nel secondo quarto gli ospiti sporcano le proprie percentuali dai 6,75 incaponendosi sulle soluzioni balistiche e la Amadori mette il muso avanti chiudendo il secondo quarto sul 46 – 40.

L’inerzia sembra rimanere nelle mani dei romagnoli anche in avvio di terzo quarto e a 6’16’’ Dagnello timbra il 56-46. Partita in ghiaccio…anzi no! I Tigers si spengono in difesa lasciando praterie agli avversari che ringraziano e, a 3’’ dall’ultimo mini intervallo, trovano il 66-64, neanche a dirlo dall’arco, con Farabegoli. L’ultimo quarto viene bene approcciato da entrambe le formazioni e per 3 minuti si viaggia sul filo dell’equilibrio. Poi però è Reggio Emilia a prendersi l’inerzia e a 5’04’’ Zampogna segna il 74-79. Per un po’ la partita resta in stallo e, quando si ritorna a realizzare, tocca a Mastrangelo gettare ansia sugli spalti del Carisport. A 2’42’’ è 74-81. E’ qui però che Papa si erge in difesa recuperando tre palloni in una sola azione, gettandosi a terra. Il Carisport è una bolgia. Dopo il 2/2 di Dagnello, Papa fa 1/ 2 dalla linea della carità ed è 77-81. Sull’altro lato del campo, al rimbalzo in attacco, Gatto commette fallo di nuovo su Papa che imbuca solamente un tiro libero, ma a 12’’ dal gong Ferraro centra la bomba che vale il supplementare a quota 81.

La tensione si taglia col coltello ma le squadre non si risparmiano. Cesena prova subito a sprintare con Dagnello e Papa. Il primo non è impeccabile dalla lunetta, ma il secondo inchioda due punti su splendido assist di Ferraro dopo errore dall’arco di Zampogna. Il play emiliano però si riscatta a 3’34’’ centrando, ancora una volta da 3, il tiro della parità a quota 84. Il match prende nuovamente la strada dell’equilibrio, con errori in fase di costruzione da una parte e dall’altra. E’ Reggio Emilia a commettere però gli errori più pesanti e sbaglia tiri liberi esiziali nella bolgia del Carisport. Errori determinanti che consentono a Battisti di segnare a 2’25’’ il canestro del fondamentale 88-85. A 34’’ il quinto fallo di Ferraro manda in lunetta Gatto che sbagli il primo ma infila il secondo. Reggio Emilia sbaglia in attacco, e a 1’’ e 6 decimi Dagnello va dalla linea della carità sbagliando il primo. Non gli resta che sbagliare volutamente il secondo, ma gli arbitri ne sanzionano un’irregolarità con la palla che prende il tabellone ma non il ferro. Reggio può rimettere in attacco. Troppo poco però il tempo, Reggio Emilia muore con la palla in mano e Cesena vince nuovamente in volata.

La contemporanea sconfitta di Orzinuovi a Milano offre nuovamente la vetta della classifica agli Amadori Tigers Cesena, ora in testa insieme alla Agribertocchi comunque premiata dagli scontri diretti. Milano però resta lì in agguato, sotto appena di 2, pronta ad approfittare di un passo falso di Cesena. Una pressione che potrebbe rendere fondamentali anche gli ultimi 2 punti in palio il 20 Aprile a Padova, ma prima, domenica prossima, alle ore 18:00 al Carisport, c’è da vincere l’ultimo derby stagionale contro Ozzano.

Amadori Tigers Cesena – BMR Reggio Emilia 88-87 (20-28; 26-12; 20-24; 15-17; 7-6)

Amadori Tigers Cesena: Ferraro 10, Dagnello 14, Trapani 5, Rossi NE, Battisti 9, Papa 10, Dell’Omo NE, Frassineti 14, Raschi 4, Poggi NE, Sacchettin 4, Brkic 18. All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Roberto Villani.

BMR Reggio Emilia: Graziani, Zampogna 11, Farabegoli 12, Mastrangelo 18, Gatto 10, Marchetti 11, Crusca 9, Germani 10, Garofoli NE, Bertocco 6. All.: Riccardo Eliantonio. Ass.: Andrea Rainieri e Gabriele Gibertoni.

 

Massimo Framboas
Ufficio Stampa Amadori Tigers Cesena