Morale altissimo in casa Amadori dopo la vittoria acciuffata allo scadere contro Faenza, ma al contempo guardia alta, anzi altissima, in ragione dell’elevato coefficiente di difficoltà rappresentato dalla trasferta di Orzinuovi e dal notevole peso specifico dei due punti messi in palio. Se infatti la vittoria contro i Raggisolaris ha scongiurato l’assembramento di ben 4 squadre in cima alla classifica, una sconfitta sul campo della Agribertocchi e la pronosticabile vittoria casalinga di Padova pur contro una rediviva Crema, comporterebbe un pericoloso accorciamento della classifica. Si troverebbero infatti al primo posto, a quota 36, Cesena, Orzinuovi e Padova, con soli due punti di vantaggio su Faenza in caso di vittoria dei manfredi nel derby casalingo contro Lugo. Situazione da evitare per la Amadori non solamente nell’immediato, ma anche e soprattutto in prospettiva. Calendario alla mano infatti, penultima e ultima giornata vedranno Padova prima fare visita a Orzinuovi e poi ospitare gli Amadori Tigers Cesena. Poter osservare la prima senza particolari interessi di classifica e disputare la seconda senza dover dipendere dai due punti per una migliore posizione playoff, darebbe modo a Di Lorenzo di programmare serenamente la post season. Intanto però, a 6 giornate dalla chiusura della stagione regolare, la classifica del Girone B resta un rebus anche se i 6 punti di vantaggio sulla quinta, ovvero Milano, sembrano poter offrire garanzie di un playoff alto alla capolista Cesena. Garanzie che assumerebbero i contorni di certezze in caso di vittoria ad Orzinuovi.

Tutt’altro che semplice per Brkic e compagni, che comunque salgono in Lombardia motivati e forti delle ottime sensazioni lasciate dalla amichevole contro l’Unieuro Forlì. Qualche problema fisico potrebbe condizionare le scelte di coach Di Lorenzo nelle rotazioni dei senior, con Papa che scalpita per il ritorno in campo, dopo l’esclusione precauzionale nel derby di domenica scorsa. La Orzinuovi di coach Salieri è squadra lanciatissima, che arriva al match clou della 25^ giornata forte di 6 vittorie nelle ultime 6 partite, sfruttando così appieno un calendario non particolarmente complicato, che ha consentito ai bresciani di scippare a Cesena lo scettro di migliore difesa del campionato. Si prevede pertanto una partita a punteggio non altissimo fra le prime due difese del Girone B e la differenza ovviamente la faranno i dettagli. Con ancora negli occhi l’unica sconfitta patita al Carisport, gli Amadori Tigers Cesena dovranno limitare una formazione che non offre punti di riferimento alle difese avversarie con i vari Turel, Siberna, Tassinari, Galmarini e Tampieri capaci di arrivare alla doppia cifra.

Di contro, la Amadori può contare non solamente sul rientro di Papa, ma anche sulla consapevolezza di un gruppo che sta continuando a crescere. L’esplosione di De Fabritiis e la ritrovata vena realizzativa di Dagnello sono solamente due indizi che attendono il terzo per fare una prova: Matteo Frassineti. E chissà che non sia proprio l’ultimo acquisto in casa bianconera a lasciare il segno nell’ennesimo scontro al vertice per la Amadori. Si gioca domenica 17 marzo alle ore 18:00 al Palazzetto dello Sport di Orzinuovi. Arbitrano Claudio Borrelli di Cercola (NA) e Nicola Tammaro di Montecorice (SA).

Massimo Framboas
Ufficio Stampa Amadori Tigers Cesena