I Tigers espugnano Giulianova e intascano la seconda vittoria consecutiva in campionato. Non brillanti nei primi due quarti, i bianconeri pescano con Brighi alla fine del terzo quarto e l’inizio dell’ultimo, il break decisivo che segna la partita. Fondamentale per i romagnoli la continuità dall’arco nel momento decisivo del match, unita ad una difesa cresciuta nel tempo in concomitanza con l’appannamento in attacco dei padroni di casa.

Tigers lontani da quanto richiesto da coach Tassinari in un primo tempo nel quale Cesena scende in campo decisamente in versione da trasferta. Difesa poco aggressiva e attacco graziato da una retroguardia giuliese di livello non eccelso. Ne nascono 20 minuti nei quali le formazioni si rispondono colpo su colpo senza che nessuna delle due riesca a piazzare alcun break con decisione. I bianconeri si pregiano della doppia cifra di Anumba, sontuose le sue due schiacciate, e Genovese, che chiude all’intervallo lungo con 2/2 sia da 2 che dai 6,75. Positivo anche l’impatto di Bugatti, nel primo quarto. Mascherpa, causa infortunio, utilizzato con contagocce.

Genovese e Gallizzi spingono i Tigres in apertura di secondo tempo e i romagnoli trovano subito il massimo vantaggio sul 44-52 a 6’14’’ dalla fine del terzo quarto. Il contro break dei padroni di casa è però nell’aria, anche perché i bianconeri prendono a sparare a salve. Dall’altro lato Giulianova pesca con strema facilità da sotto canestro e a 4’25’’ Tassinari chiami time out sul 51-52. All’uscita dal time out Bugatti pesca il gioco da 3 punti che rimetta in marcia Cesena. I Tigers entrano in ritmo. In difesa sale l’intensità  e i bianconeri iniziano anche a collezionare rimbalzi riuscendo a dare continuità in attacco con Bugatti e Genovese. Di Brighi a 44’’ la tripla del 56-57 che indirizza la fine del terzo quarto sul 57-67.

Brighi bolla con la terza tripla di fila il 59-73 che manda Giulianova al time out e indirizza la partita. Sempre dall’arco è Bugatti a segnare il 61-77 sulla metà dell’ultimo quarto. Giulianova comincia quindi ad accusare stanchezza e rotazioni corte e ancora Bugatti piazza tre punti con il canestro e fallo del 62-80. A 2’04’’ la bomba di Gallizzi e il contropiede di Moretti su super stoppata di Anumba suggellano la vittoria di Cesena.

Sale così l’attesa per il prossimo impegno, domenica prossima contro Senigallia, al Carisport, quando servirà aggressività fin dall’inizio, davanti al supporto dei tifosi di Cesena.

Giulia Basket Giulianova – Tigers Cesena 70-90 (21-22, 19-20, 17-25, 13-23)

Giulia Basket GiulianovaMichele Caverni 19 (9/13, 0/3), Giovanni Fattori 15 (4/11, 2/5), Gianluca Di carmine 14 (5/10, 0/0), Luigi Cianci 10 (4/9, 0/0), Francesco Buscaroli 8 (1/4, 1/2), Federico Bischetti 2 (1/2, 0/1), Matteo Motta 2 (1/3, 0/3), Shadi Nafea 0 (0/0, 0/0), Stefano Scarpone 0 (0/0, 0/0), Fabio Scarpone 0 (0/0, 0/0), Davide Pulcini 0 (0/0, 0/0), Olivier Giacomelli 0 (0/0, 0/0). All.: Domizioli.

Tiri liberi: 11 / 17 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Giovanni FattoriGianluca Di carmine 7) – Assist: 12 (Michele Caverni 4)

Tigers CesenaFabio Bugatti 19 (4/7, 2/7), Simon Anumba 15 (3/8, 3/5), Salvatore Genovese 15 (4/7, 2/5), Gioele Moretti 11 (4/4, 1/2), Obinna Nwokoye 10 (4/7, 0/0), Antonio Brighi 10 (0/1, 3/5), Ezio Gallizzi 8 (2/3, 1/5), Giulio Mascherpa 2 (1/1, 0/2), Vladan Arnaut 0 (0/0, 0/0), Rene’ maurice Ndour 0 (0/0, 0/0)All.: Tasisnari. Ass.: Baroncini.

Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 42 9 + 33 (Simon Anumba 12) – Assist: 14 (Ezio Gallizzi 6)