Dura poco la partita di Cesena sull’inespugnabile campo di San Miniato. Uno sprazzo nella parte centrale del primo tempo, con i romagnoli ad aggiustare la difesa e a continuare comunque a faticare in attacco, fatto salvo il buon Trapani su una caviglia malcocnia, sembra poter illudere i bianconeri, ma la seconda metà di secondo quarto svolta già la partita mettendo il referto rosa nelle mani dei toscani.

Coach Tassinari apre il match con il quintetto ormai consolidato e mette Battisti in cabina di regia, Frassineti e Dagnello sugli esterni e le torri bianconere Chiappelli e Dell’Agnello sotto canestro. A 5’05, per nulla soddisfatto su entrambe i lati del campo, il tecnico cesenate mette Pavicevic per Chiappelli e Terenzi per Dagnello sul 14-8. Ma non c’è azione corale in attacco, mentre la zona inizia a dare i suoi effetti, consentendo così ai romagnoli di limitare i danni e tenere il punteggio fermo per qualche minuto sul 14-8, dopo l’ottimo avvio della Blukart. Ci vogliono 2 minuti per vedere segnare qualcuno. E’ Pavicevic che, procuratosi il secondo fallo di Caporzio, va in lunetta per un 1/2 che vale il -5. Sull’ennesima persa toscana Dell’Agnello danza in area per il 14-10. San Miniato risponde con Caversazio ma la panchina toscana si prende il tecnico che non porta frutti ai Tigers, causa errore di Frassineti dalla lunetta e successiva persa di Pavicevic. La morsa bianconera continua inesorabile, ma tocca a Terenzi perdere palla per il 18-11 Etrusca e, sull’altro lato, una protesta di Tassinari, su un colpo subito da Trapani, spinge gli arbitri al secondo tecnico della partita. San Miniato ne fa 3, Pavicevic risponde da sotto e il primo quarto va in archivio sul 21-13.

Una partita così bloccata è solitamente territorio di caccia di Emanuele Trapani. Sono subito 4 i suoi punti, prima con una penetrazione, quindi con la magata dalla rimessa dal lato corto facendo rimbalzare la palla su un avversario. La partita cesenate prende finalmente quota. E a 8’23’’ Cesena si trova sul 25-19 quando, dalla rimessa, Dell’Agnello pasticcia con Terenzi e Carpanzano punisce. Trapani, ancora lui, continua inesorabile. Palla in mano, virata in area, fallo subito e altro 2/2 per il numero 4 romagnolo. Per Tassinari torna il momento di Chiappelli, che prende il posto di Dell’Agnello e il fallo in attacco di Santini consente a Cesena un’occasione. Chi se la prende? Emanuele Trapani per un canestro e fallo che però il playmaker non monetizza, rimanendo ad 8 punti personali. A 6’32’’ Pavicevic perde malamente palla e Tassinari butta di nuovo nella mischia Dell’Agnello, sul 29-23. Suo il canestro del 29-25. Ma San Miniato non demorde con Lorenzetti, mentre la personalissima partita di Trapani continua, con il terzo fallo di Caporzio e altra sessione di tiri liberi per il play tigrato. L’1/2 sposta il punteggio sul 31-26. Siamo all’alba della seconda metà del secondo quarto e ancora Trapani imbuca rispondendo a Lorenzetti. A 4’17’’ Cesena concede due secondi tiri ai padroni di casa e Carpanzano segna dall’arco il 36-28 che manda Tassinari al time out. Qui lo strappo dei toscani. Cesena esce male dal minuto di sospensione. Il fallo in attacco di Terenzi propizia il 38-28, poi rintuzzato dalla linea della carità dallo stesso Terenzi, ma Neri scrive dalla linea dei 6,75 il 41-30 a poco più di 3’ dal riposo lungo. Battisti fa respirare i suoi con un percorso netto a cronometro fermo, ma l’attacco romagnolo è ancora sterile con Trapani al giusto riposo in panchina. A 2’00’’ i Tigers sono sotto di 11 quando Dell’Agnello sbaglia da un lato e dall’altro Dagnello manda in lunetta Caversazio per il 44-32 sbagliando il secondo. Il rimbalzo è toscano e Neri colpisce con il 47-32. San Miniato scappa via. A 43’’ la marcatura triplicata su Dell’Agnello spinge il 77 alla protesta ed i grigi piazzano sul parquet il terzo tecnico della serata. I padroni di casa sono in fuga sul Pordoi, è 50-32. Frassineti prova a scuotere i suoi dalla lunghissima quando mancano appena 8’’ alla fine di un quarto terrificante, che va in archivio sul 50-35, con Cesena a tirare male, 11 su 25 dal campo, e a pagare dazio a rimbalzo, 21 a 12 per la Blukart.

In avvio di terzo quarto i Tigers sparano a salve e a 6’43’’ Battisti deve accorciare a -17 in una fase di partita dai ritmi particolarmente alti. A3’10’’ Neri realizza dopo la quarta opportunità nella medesima azione, ma Battisti prova a reagire e pesca il 2+1 che vale il 58-46, ma Carpanzano dalla media manda San Miniato a quota 60. Ai toscani è sufficiente così, con le squadre che si rispondono punto su punto, salvo quando, a 41” dall’ultimo mini intervallo, Benites prende la mira dall’arco per il mini parziale di 5-0 che vale il 65 – 46. L’infortunio alla caviglia non concede altri minuti a Trapani, mai sceso in campo nel secondo tempo, e Cesena si scopre spuntata in attacco. L’ultima azione del quarto vede i romagnoli morire con la palla in mano. Il 65-48 di fine terzo quarto è già un’amara sentenza.

Per Cesena serata amara nonostante giocasse contro il pronostico. Le buone notizie arrivano solamente dagli altri campi con le sconfitte di Oleggio e Imola a lenire non poco le ferite bianconere. In una fase come questa, dove i punti valgono doppio, anche i risultati dagli altri campi hanno la loro importanza. Ora testa a domenica prossima, quando al Carisport arriverà Cecina.

Blukart Etrusca San Miniato – Tigers Cesena 81-63 (21-13, 29-22, 15-13, 16-15)

Blukart Etrusca San MiniatoMatteo Neri 20 (5/7, 2/6), Antonio Lorenzetti 18 (9/17, 0/1), Gianluca Carpanzano 14 (4/8, 1/2), Edoardo Caversazio 11 (5/7, 0/2), Alberto Benites 6 (0/0, 2/3), Luca Tozzi 4 (2/5, 0/2), Stefano Capozio 4 (1/1, 0/2), Gianluca Santini 4 (2/4, 0/0), Renato Quartuccio 0 (0/1, 0/2), Federico Regoli 0 (0/0, 0/0), Ismael Ciano 0 (0/0, 0/1), Francesco Regoli 0 (0/0, 0/0). All.: Barsotti Ass.: Carlotti.

Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 46 14 + 32 (Antonio Lorenzetti 8) – Assist: 17 (Edoardo Caversazio 6)

Tigers Cesena: Giacomo Dell’agnello 18 (8/13, 0/1), Matteo Battisti 11 (4/8, 0/1), Emanuele Trapani 11 (3/3, 0/0), Gioacchino Chiappelli 7 (1/4, 1/1), Diego Terenzi 6 (1/2, 0/3), Matteo Frassineti 3 (0/2, 1/3), Filip Pavicevic 3 (1/5, 0/0), Andrea Dagnello 2 (1/1, 0/1), Pietro Agostini 2 (1/2, 0/0), Nicolas Alessandrini 0 (0/1, 0/1). All.: Tassinari. Ass.:Ruggeri.

Tiri liberi: 17 / 25 – Rimbalzi: 27 2 + 25 (Giacomo Dell’agnello 8) – Assist: 3 (Matteo BattistiEmanuele Trapani Gioacchino Chiappelli 1)