I Tigers Cesena battono in volata Faenza e incassano i primi due punti nel girone di Supercoppa. Bene, molto bene, i bianconeri nella prima parte dei primi due quarti, meno bene nella parte centrale di match. Il finale è un succulento anticipo di campionato con un punto a punto che premia Cesena. Ottime le prestazioni di Borsato, Terenzi e Dell’Agnello.

Cesena gioca con Trapnani e Chiappelli a mezzo servizio, entrambi “scavigliati”. Il primo in allenamento, in settimana, il secondo nelle fasi finali del match del PalaRuggi sette giorni orsono. Mano dunque al quintetto per coach Di Lorenzo, che inserisce da subito Terenzi al posto di Chiappelli e conferma i 4/5 dello starting five di Imola: Battisti, Borsato, Dell’Agnello e Marini. Cesena sprinta alla grande all’inizio dei due quarti iniziali e sfrutta al meglio una buonissima presenza nel pitturato, soprattutto in difesa. Faenza deve scaldare la mano dall’arco per ricucire nel primo quarto, mentre nel secondo le rotazioni ed i problemi di falli per Cesena offrono qualche spunto agli avversari anche sotto canestro. Dopo il massimo vantaggio +16 del secondo quarto, coinciso con la fiammata di Stefano Borsato, Faenza riprende vigore e il primo tempo si chiude coi bianconeri in vantaggio sul 41-36.

Il secondo tempo è nettamente a favore dei manfredi con la truppa di caoch Serra guidata da Rubbini e Ballabio. C’e molto dei due piccoli nel parzialone faentino che porta addiittura in vantaggio Faenza nell’ultimo quarto. Nel momento decisivo però, la fisicità dei lunghi cesenati, pur alle prese con ricorrenti problemi di falli, porta fieno in casina a Cesena grazie a preziosissimi rimbalzi difensivi. Già, perchè in attacco c’è un chirurgico Matteo Battisti che a 1’10” dal gong scocca la tripla del 74-71 che indirizza di fatto il match. Un match che cambia padrone almeno un paio di volte di lì in avanti, con Cesena più cinica e meno sprecona rispetto agli avversari. Al minuto 39’13” Rubbini spreca infatti il libero aggiuntivo su fallo di Borsato e Marini cattura il rimbalzo decisivo subendo l’inevitabile fallo della difesa manfreda. Il lungo cesenate è preciso solo a metà e sbaglia il secondo mettendo nelle mani di Faenza l’ultima preghiera. Testa però è innocuo e Cesena può esultare.

I Tigers sono dunque ora attesi dall’ultima giornata di Supercoppa Centenario, domenica prossima al Flaminio contro Rinascita Basket Rimini, quando un’ulteriore settimana di lavoro dovrà dare nuovi e importanti riscontri allo staff tecnico cesenate. E’ possibile rivedere il match contro Faenza sul canale YouTube di Lega Nazionale Pallacanestro al seguente link: https://youtu.be/1c0ty-jigFs.

Tigers Cesena – Raggisolaris Faenza 75 – 73 (22-19; 19-17; 15-14; 19-23)

Tigers Cesena: Battisti 7, Borsato 14, Dagnello 3, Dell’Agnello 13, Marini 7, Terenzi 13, Chiappelli 9, Trapani 6, Alessandrini 3, Tedeschi. All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Michele Belletti

Raggisolaris Faenza: Testa 4, Anumba 16, Rubbini 17, Marabini, Calabrese 4, Ballabio 16, Ly-Lee 3, Filippini 10, Iattoni, Solaroli 3, Petrucci ne. All.: Serra. As.: Belosi