È la serata di sua maestà David Brkic in un Carisport traboccante di passione per la palla a spicchi nel quale, dopo Fabriano, trova la sconfitta l’ennesima capolista. La Amadori Tigers Cesena batte la Tramec Cento ed il suo capitano scrive 31 punti uscendo fra l’ovazione del tifo bianconero. Resta dunque inviolato il Carisport, al termine di un match nel quale Cesena scappa via con decisione nel primo tempo.

A 7’10’’ dal primo mini intervallo Brkic ha segnato 8 dei 10 punti bianconeri e costretto Mecacci al time out sul 10-0. Il capitano chiama, Frassineti risponde in attacco, sullo sfondo di una partita che per approccio, mentalità e consistenza difensiva potrebbe tranquillamente essere archiviata come la migliore della stagione. Dall’altra parte però c’è Cento che, dopo aver toccato un paio di volte il -15, massimo svantaggio, reagisce, soprattutto nel secondo quarto, con le bombe di Ranuzzi e Fallucca. Nel 47-35 di fine primo tempo splendono i 22 punti di Brkic e gli 11 di Frasineti.

Cambia però decisamente la musica nel secondo tempo. Cento scende in campo e inizia ad aumentare l’intensità dei colpi. Lentamente, ma inesorabilmente recupera, ma Cesena mette in campo la prova di maturità richiesta in settimana. I romagnoli non si fanno mettere le mani addosso e, pur consentendo il rientro agli avversari, non escono dal match.

L’ultimo quarto è ricco di pathos. A 3’48’’ dal gong Cento chiude l’inseguimento e mette la freccia sul 71-72 ma in campo c’è capitan Brkic. Un tripla del capitano rianima l’ambiente binconero che prende fiducia anche per un paio di palle recuperate dal solito Trapani. A 2’00’’ dalla sirena Chiappelli ì, dopo aver infilato una tripla di vitale importanza nel momento più difficile per i Tigers, segna da sotto il su quinto punto dando il 76-72 ai bianconeri. Si alzano i decibel ed il Carisport diventa un fattore. Ultimo giro di lancette, La tensione agonistica è alle stelle. Paesano è in lunetta. Sullo 0/2 del numero 18 centese la firma del fortino romagnolo che subito dopo vede Brkic raccogliere un rimbalzo e subire fallo. Il capitano non trema. Il 2/2 di Brkic vale il trentunesimo punto del totem cesenate ed il 78-72 che, a 41’’ dalla sirena, in casa dei Tigers, davanti alla difesa dei Tigers, è inevitabilmente sinonimo di vittoria.

Una vittoria che vede Cesena giovarsi anche delle sconfitte di Rimini a Cento e Piacenza ad Ozzano per una classifica che ora vede la Amadori Tigers Cesena salire al quarto posto. Ora testa ai recuperi di Scanzi e Planezio, oggi assenti per infortunio, e domenica prossima trasferta a Porto Sant’Elpidio.

Amadori Tigers Cesena – Tramec Cento 78-74 (22-12, 25-23, 19-26, 12-13)

Amadori Tigers Cesena: David Brkic 31 (6/9, 5/7), Matteo Frassineti 15 (3/9, 1/5), Emanuele Trapani 10 (2/3, 1/5), Matteo Battisti 8 (4/6, 0/1), Francesco Papa 6 (3/6, 0/1), Gioacchino Chiappelli 5 (1/4, 1/1), Tarik Hajrovic 3 (1/1, 0/0), Filippo Rossi 0 (0/0, 0/0), Marco Planezio 0 (0/0, 0/0), Andrea Scanzi 0 (0/0, 0/0), Federico Rossi 0 (0/0, 0/0). All.: Di Lorenzo. Ass.: Belletti

Tiri liberi: 14 / 21 – Rimbalzi: 28 6 + 22 (David Brkic 7) – Assist: 13 (Matteo Battisti 7)

Tramec Cento: Alex Ranuzzi 16 (4/7, 1/7), Yankiel Moreno 14 (6/11, 0/1), Nicolas Morici 12 (4/5, 1/3), Matteo Fallucca 9 (0/1, 3/7), Emanuele Rossi 8 (4/7, 0/0), Donato Vitale 7 (0/0, 2/6), Alessandro Paesano 4 (2/7, 0/1), Alberto Bedin 4 (2/3, 0/0), Niccolò Venturoli 0 (0/0, 0/0), Karim abdoul Idrissou 0 (0/0, 0/0), Francesco Roncarati 0 (0/0, 0/0). All.: Mecacci. Ass.: Cotti.

Tiri liberi: 9 / 17 – Rimbalzi: 32 12 + 20 (Alessandro Paesano 6) – Assist: 16 (Yankiel Moreno 4)