Cesena perde la quarta trasferta su 4 pur mostrando buone cose nel primo tempo. A pesare sull’esito del match l’altra faccia dei bianconeri, quella da trasferta, che fa capolino nel secondo tempo e consente a Cento prima di ricucire lo svantaggio e poi di mettere definitivamente la freccia nell’ultimo quarto, quando Cesena segna solamente 11 punti. Non basta un Papa da 19 + 8.

Cesena imposta ritmi blandi e alterna diverse difese a zona, Cento accetta la sfida e i primi tiri dall’arco fanno pensare ad una serata di grazia per i padroni di casa. Passata però la sfuriata biancorossa, i Tigers si mettono in moto e iniziano a tirare con buone percentuali considerando quelle maturate ad oggi in trasferta. Così a 4’06’’ dal primo mini intervallo Chiappelli segna dall’arco il 13-13 e da il via al primo break importante. Ancora una tripla, questa volta di Battisti, vede i Tigers andare per la prima volta in vantaggio. Di Lorenzo pesca dalla panchina Trapani e mette in campo il doppio play a 1’48’’ dalla fine del primo quarto. Subito dopo, dopo l’ennesimo recupero difensivo di Cesena, Papa finta il consegnato e penetra aprendo la difesa emiliana in due e subito dopo pesca un fallo e dalla lunetta segna il 13-20. Sono ben 4 minuti che Cento non segna.

Il secondo quarto si apre con Filippo Rossi in campo e la box and one su Leonzio a produrre i suoi effetti. Il coach romagnolo prova a dare qualche minuto di riposo ai titolari, ma dalla panchina ottiene poco. Cento riprende ossigeno dalla circolazione di palla mentre Cesena si spegne in attacco. La classica intensità difensiva dei Tigers consente a Cesena di non far scappare Cento che oltre al recupr e al sorpasso, concretizzati con due giochi da 3 punti, non va. Il primo tempo si chiude sul 31-29 centese.

 Nel secondo tempo Cesena pesca una tripla di Brkic e poi prova ad avere qualcosa in attacco da Trapani, ma la fatica con la quale i romagnoli arrivano a costruire il tiro è enorme. Lentamente ma inesorabilmente i padroni di casa trovano spunti un po’ da tutti, Vitale soprattutto, e quando anche in difesa cominciano a vedersi sbavature, per i bianconeri non c’è più nulla da fare. Per vincere in trasferta serve una Amadori diversa, che arriverà sicuramente quando in settimana potranno allenarsi tutti con regolarità.   

Ora tutti al Carisport a godersi la faccia buona di Cesena, quella casalinga, contro Porto Sant’Elpidio, domenica prossima alle 18:00. 

Tramec Cento – Amadori Tigers Cesena 67 – 54 (13-20; 18-9; 17-14; 19-11)

Tramec Cento: Leonzio 9, Paesano 10, Fallucca 11, Vitale 15, Morici 7, Vannini NE, Venturoli NE, Manzi NE, Ranuzzi 4, Rossi 6, Moreno 5, Roncarati NE. All.: Matteo Mecacci. Ass.: Andrea Cotti. 

Amadori Tigers Cesena: Papa 19, Trapani 4, Rossi Filippo, Battisti 5, Hajrovic, Guidi NE, Frassineti NE, Planezio NE, Scanzi 6, Chiappelli 13, Brkic 7. All.: Di Lorenzo. Ass.: Belletti.