Parte da Piacenza la caccia al quarto posto che garantirebbe ai Tigers il fattore campo in post season. Attualmente infatti il piazzamento che gli arancioneri hanno nel mirino dista di fatto 4 punti considerato che al momento i Tigers sono sesti a quota 32, mentre a 34 punti si trova la coppia formata da Lecco, in svantaggio nello scontro diretto, e Faenza, che invece vanta la doppia vittoria stagionale su Battisti e compagni. Difficile dunque, ma nemmeno impossibile, anche se un ulteriore ostacolo può essere rappresentato dal calendario che a quattro giornate dalla fine della regular season impone una sequenza di partite dall’elevato tasso di difficoltà: a Piacenza; in casa contro Crema, attualmente seconda davanti a Piacenza; insidiosa trasferta a Palermo; il 22 aprile chiusura in casa contro la Desio di coach Frates.

Complicato quindi fin da subito il cammino verso il quarto posto, con un match di assoluto livello in casa di una delle regine del campionato cui i Tigers si presentano forti di un ruolino di marcia che incorona gli arancioneri squadra più in forma del campionato: 6 vittorie consecutive fra le quali Cento e Vicenza. Un bel biglietto da visita, certo, che unito alla pallacanestro che i ragazzi di coach Di Lorenzo stanno sciorinando in questo momento, oltre alla totale assenza di pressione a playoff raggiunti, può rendere meno scontato un pronostico che comunque alla vigilia non può non essere  appannaggio della Pallacanestro Piacentina.

Un po’ discontinua nell’ultimo periodo, con 5 sconfitte nelle ultime 8 partite, ma anche la disputa della Final Eight di Coppa Italia nel mentre, la formazione capitanata dall’ex di turno Rodolfo Rombaldoni è alla strenua ricerca di quel secondo posto che le spetta quasi di diritto ma che lentamente è stato occupato da Crema ed ora dista appena 2 punti. Quei 2 punti che i biancorossi non vorranno certo lasciarsi sfuggire contro i Tigers, per lo più in casa, ma soprattutto dopo la netta sconfitta patita a Cento domenica scorsa e quella subita nella patita disputata al Villa Romiti nel turno d’andata.

Se da un lato lo stato di forma sembrerebbe far pendere l’ago della bilancia dalla parte dei Tigers, dall’altro i numeri si schierano senza dubbio a favore della Bakery. Quasi perfetta in casa, con una sola sconfitta al PalaFranzanti, la squadra di coach Coppeta sfiora i 90 punti fra le mura amiche annichilendo gli avversari con un 38% da 3 punti unito al 59% da 2. Il gioco viene distribuito un po’ fra tutti i, tanti, giocatori d’esperienza con i quali la società emiliana ha costruito una squadra da promozione e di assoluta esperienza. Stanic, Rombaldoni, Pederzini, Birindelli, Perego e Bruno non hanno certo bisogno di presentazione. A questi, nell’ultimo turno, sbarcato a Piacenza in occasione della Coppa Italia, si è andato ad aggiungere Roberto Maggio, che anno scorso guidò Napoli a suon di “ventelli” alla promozione in Serie A2. Non solo, In crescita anche il giovane Angelo Guaccio, Ala Grande classe 98 che negli ultimi 2 turni sta occupando con profitto un posto in quintetto.

Si gioca a Piacenza, al PalaFranzanti di Largo Anguissola, alle ore 21:00 sabato 24 marzo. Arbitrano Francesco Venturini di Lucca e Lanfranco Rubera di Roma.

Massimo Framboas
Ufficio Stampa Tigers